Visita del Comandante del COFS al contingente italiano in Niger

, ,
Visita del Comandante del COFS al contingente italiano in Niger

Il Generale di Divisione Nicola Zanelli in visita in Niger, assiste alla conclusione del corso di Tecniche di Intervento Operativo (TIO).

Si è svolta oggi, presso il Quartier Generale della Missione Bilaterale di Supporto in Niger a Niamey, la visita del Generale di Divisione Nicola Zanelli, Comandante del Comando Interforze per le Operazioni Speciali (COFS), accompagnato dal Colonnello Carmine Vizzuso, Comandante del 185° Reggimento Paracadutisti Ricognizione e Acquisizione Obiettivi (RAO) “Folgore”.

L’alto Ufficiale, ricevuto dal Comandante della missione, Generale di Brigata Claudio Dei, ha partecipato alla  cerimonia di chiusura del corso di Tecniche di Intervento Operativo a favore del Gruppo di Intervento e Sicurezza (GIS) della Guardia Nazionale del Niger (GNN) e portato a termine dal team di addestratori delle Forze Speciali dell’Esercito Italiano, inquadrati nell’ambito della MISIN su base 185° Reggimento Paracadutisti RAO “Folgore”. Il Generale Zanelli ha continuato la visita presso l’Ambasciata d’Italia in Niger incontrando l’Ambasciatore Marco Prencipe e a seguire il Comandante delle Operazioni Speciali delle Forze Armate del Niger, Colonnello Maggiore Moussa Salaou Barmou. La visita ha avuto termine con la firma dell’albo d’onore della MISIN.

Il corso, della durata di nove settimane, sviluppato in più moduli, ha compreso le fondamentali procedure tecnico-tattiche tipiche delle Forze Speciali impiegate in operazioni in ambiente urbano ed in particolare nella bonifica di ambienti ristretti, tipici dei complessi abitativi. A premessa degli specifici moduli, gli operatori dei GIS della Guardia Nazionale, sono stati istruiti sulle tecniche di soccorso dei feriti in ambiente tattico e sul corretto maneggio ed utilizzo delle armi individuali in dotazione. Il corso ha avuto come epilogo un’esercitazione presso l’area addestrativa della GNN, nella quale sono state messe in atto le attività didattiche apprese durante le lezioni teorico-pratiche. Contestualmente, il personale della Guardia Nazionale classificatosi fra i primi 10 nel corso TIO precedente, ha partecipato al 2° corso per istruttori, al fine di permettere in futuro, la piena autonomia nella formazione del Gruppo di Intervento e Sicurezza della GNN.

Il Comando Interforze per le Operazioni Speciali (COFS), costituito il 1° dicembre 2004 e alle dirette dipendenze del Capo di Stato Maggiore della Difesa, ha posto l’Italia in linea con l’orientamento degli altri principali Paesi dell’Alleanza Atlantica. In tale consesso, le Forze Speciali rappresentano una risorsa di rilevanza strategica alle dipendenze del Vertice politico-militare nazionale tramite una specifica struttura di Comando e Controllo. il COFS è un Comando proiettabile, recentemente validato dalla NATO quale Comando di Componente per le Operazioni Speciali nel quadro dell’NRF (NATO Response Force). Al COFS fanno capo tutte le Forze Speciali italiane attualmente impiegate nelle operazioni nei principali e più delicati teatri operativi.

Fonte: difesa.it